Il settore delle bevande in Vietnam

Posted on by

Beverage

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

Con una classe media in rapida espansione e forti riduzioni tariffarie previste per i prossimi anni a seguito degli accordi di libero scambio stipulati, per il mercato delle bevande vietnamita è prevista una crescita esponenziale. Entro il 2020, in Vietnam il consumo di birra ammonterà a 4.5 miliardi di litri, il consumo di alcool e liquori a 350 milioni e il consumo delle altre bevande a 8.8 miliardi di litri per anno. La crescita del settore delle bevande è sostenuta dall’aumento dello standard di vita delle famiglie vietnamite e, in generale, il mercato delle bevande vietnamita è estremamente giovane se paragonato agli altri paesi del Sud Est Asiatico. Tuttavia, se ci basiamo sul consumo pro capite, la spesa per alimenti confezionati e bevande in Vietnam è ancora bassa quando paragonata agli altri mercati emergenti suoi concorrenti, dimostrando allo stesso tempo le enormi potenzialità di crescita del settore. Secondo Euromonitor, fornitore indipendente di ricerche di mercato strategiche, la spesa pro capite per cibo e bevande non alcoliche ammonta a USD 276 nel 2016. Un’ulteriore crescita futura è prevista a fronte del continuo cambiamento dello stile di vita del consumatore urbano, il quale dà sempre più importanza alla salute, alla sicurezza ed a uno stile di vita comodo e sano. Inoltre, l’aumento nel consumo di beni “di marca” diretti al largo consumo (“fast-moving consumer goods”, FMCG) nelle zone rurali del Vietnam fornirà un ulteriore stimolo di crescita poiché i consumator stanno gradualmente accedendo ad un numero maggiore di prodotti grazie ad un reddito sempre più elevato.

L’ascesa della classe media vietnamita

Al fine di comprendere in che modo gli investitori beneficeranno delle riduzioni tariffarie contenute nei Foreign Trade Agreements, FTAs, è essenziale considerare la classe media vietnamita in forte espansione.

Storicamente il Vietnam si è basato sul settore primario ma successivamente, e con l’implementazione della riforma socio-economica “Doi Moi” nel 1986 e l’ingresso nel World Trade Organization nel 2006, il Paese si è mosso verso un’economia basata sull’industria manifatturiera. Tali liberalizzazioni hanno contribuito a rendere il Vietnam una delle economie a più rapida crescita nella regione, vantando un tasso di crescita annuo del 7.8 percento tra il 2005 e il 2012. La popolazione vietnamita ha beneficiato di questa forte crescita economica e si prevede che, entro il 2020, il salario mensile pro capite raggiungerà i VND 15 milioni (pari a USD 714). Secondo alcuni studi condotti dalle agenzie di consulenza come la Boston Consulting Group, l’ascesa della classe media vietnamita non si tradurrà solo in un aumento della spesa dei consumatori ma anche in un cambiamento nel comportamento e nelle preferenze degli individui, fra cui una maggiore interesse per i beni di marca venduti al dettaglio e per i prodotti stranieri.

Professional Service_CB icons_2015Servizi correlati: Servizio di Pianificazione Fiscale Internazionale di Dezan Shira & Associates

Scambi Internazionali

Attualmente, i principali mercati di approvvigionamento del Vietnam per l’importazione di bevande sono diversi. Fra i primi dieci partner, tre fanno parte dell’ASEAN (Thailandia al primo posto, Malesia al quarto e Cambogia al decimo), mentre i restanti provengono dall’Asia orientale e dall’Europa occidentale.

Si prevede che, grazie agli accordi di libero scambio stipulati tra il Vietnam e l’UE, gli USA e gli altri paesi della regione ASEAN insieme ad altre riduzioni tariffarie già in vigore, il mercato delle bevande vietnamita sperimenterà una crescita esponenziale nei prossimi anni. Il governo vietnamita ha stipulato diversi accordi di libero scambio per promuovere sia una maggiore integrazione economica regionale sia per stabilire rapporti più solidi con i Paesi occidentali intensificando gli scambi economici, commerciali e gli investimenti. Attraverso questi accordi, il governo intende migliorare lo standard di vita, promuovere la crescita e la stabilità economica, creare nuove opportunità di lavoro e aumentare la competitività delle imprese con norme giuridiche più adeguate.

L’accordo di libero scambio fra UE-Vietnam (EVFTA)

Entro i prossimi otto anni tutte le tariffe sulle bevande importate contenute all’interno del EVFTA tra UE e Vietnam verranno eliminate. Tutte le bevande importate ed esportate dal Vietnam saranno quindi esenti da tasse sia per gli investitori che per i consumatori. Allo stato attuale, si registrano dinamici scambi commerciali tra Vietnam e Francia (risalenti all’esperienza coloniale), mentre gli scambi con gli altri membri europei nel settore delle bevande sono ancora piuttosto limitati.

Area di libero scambio nell’ASEAN (AFTA)

L’AFTA è una delle aree di libero scambio più promettenti all’interno dell’ASEAN vista la sua forte capacità di attirare investimenti diretti esteri e il suo orientamento alla creazione di un mercato unico all’interno della regione. L’AFTA mira a dare all’ASEAN un vantaggio competitivo grazie alla riduzione di tutte le tariffe all’interno della regione fra lo zero e il cinque percento.

Related Link Icon-VBPer saperne di più: An Introduction to Vietnamese Product Labeling Requirements 

Opportunità

Vi sono diversi settori all’interno del mercato delle bevande in Vietnam che rappresentano opportunità allettanti per gli investitori stranieri che cercano di capitalizzare sui vari FTAs. In particolare, il mercato delle bevande analcoliche e dei succhi di frutta si è distinto per la forte crescita registrata negli ultimi anni. Tra il 2009 e il 2013, l’industria delle bevande analcoliche in bottiglia è cresciuta ad un tasso del 19.4 percento e si prevede una crescita costante del 14.2 percento dal 2014 al 2018. Nonostante la rapida crescita, vi sono ancora ulteriori opportunità di espansione. I vietnamiti consumano in media solamente tre litri di bevande analcoliche in bottiglia all’anno, paragonati ai cinquanta litri all’anno consumati dai filippini. Oltre alle bevande leggere, i the in bottiglia, le bevande sportive e il latte rappresentano settori dell’industria delle bevande con forti potenzialità, specialmente alla luce di una popolazione sempre più attenta alla salute. Nel 2015, infatti, i vietnamiti hanno classificato la salute come principale preoccupazione, seguita dal posto di lavoro. Complessivamente, il mercato delle bevande analcoliche vietnamita è aumentato del 9 percento nel 2014 raggiungendo USD 3.64 milioni.

Vi sono inoltre interessanti opportunità per il settore delle bevande alcoliche. Sebbene il mercato della birra sia stato tradizionalmente dominato dalle imprese statali, il settore sta sperimentando numerose liberalizzazioni negli ultimi anni e marchi stranieri come Carlsberg, Heineken e Sapporo stanno aggressivamente cercando di penetrare il mercato. La competizione nel mercato della birra vietnamita è feroce, con le marche nazionali che dominano le fasce medio-basse e la restante parte lasciata ai concorrenti stranieri. Per quanto riguarda altri tipi di bevande alcoliche, è il vino in particolare a costituire un settore con ottime potenzialità di crescita. Fra i giovani vietamiti e la crescente classe media, liquori e vini stranieri sono preferiti a quelli domestici, sia per una qualità maggiore ma soprattutto per lo status sociale che rappresentano.

A fronte dell’implementazione di numerose riduzioni tariffarie previste dagli accordi EVFTA e AFTA già ratificati, notevoli opportunità esistono per il mercato delle bevande del Paese. Con una classe media in rapida espansione, il Vietnam è un’opzione di investimento sempre più interessante non solo per un vantaggio produttivo, ma anche per accedere al mercato di consumo locale. Tuttavia, gli investitori esteri che intendono stabilirsi nel mercato vietnamita devono affrontare una rigida concorrenza interna e un potere di spesa dei consumatori ancora limitato.


Chi
Siamo

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi trend degli investimenti e del business in Asia, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere notizie, commenti, guide e risorse multimediali.

 

CB 2015 1 issue cover 90x126

Rimpatriare gli utili dal Vietnam
La rimessa degli utili dal Vietnam può rivelarsi un processo complesso e laborioso anche per gli investitori più esperti. In questo numero di Vietnam Briefing, presentiamo i regolamenti esistenti in materia di trasferimenti degli utili e forniamo una guida su come rispettare le relative norme. Inoltre, introduciamo gli organi governativi competenti e forniamo consigli esperti sulla gestione delle perdite.

 

VB_2015_Navigating_the_Vietnam_Supply_Chain_ImageNavigating the Vietnam Supply Chain
In this edition of Vietnam Briefing, we discuss the advantages of the Vietnamese market over its regional competition and highlight where and how to implement successful investment projects. We examine tariff reduction schedules within the ACFTA and TPP, highlight considerations with regard to rules of origin, and outline the benefits of investing in Vietnam’s growing economic zones. Finally, we provide expert insight into the issues surrounding the creation of 100 percent Foreign Owned Enterprise in Vietnam.

 

Tax, Accounting and Audit in Vietnam 2016 (2nd Edition)
This edition of Tax, Accounting, and Audit in Vietnam, updated for 2016, offers a comprehensive overview of the major taxes foreign investors are likely to encounter when establishing or operating a business in Vietnam, as well as other tax-relevant obligations. This concise, detailed, yet pragmatic guide is ideal for CFOs, compliance officers and heads of accounting who must navigate Vietnam’s complex tax and accounting landscape in order to effectively manage and strategically plan their Vietnam operations.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Dezan Shira & Associates

Meet the firm behind our content. Dezan Shira & Associates have been servicing foreign investors in China, India and the ASEAN region since 1992. Click here to visit their professional services website and discover how they can help your business succeed in Asia.

News via PR Newswire

Scroll to top