Italian

Firmato il CPTPP: Opportunità per le imprese del Vietnam

Posted on by

By: Dezan Shira & Associates
Editor: Koushan Das

L’8 marzo, undici paesi hanno firmato l’Accordo Globale e Progressivo per la Partnership Transpacifica (CPTPP, Comprehensive and Progressive Agreement for Trans-Pacific Partnership) in Cile. L’accordo rappresenta il 13,5% dell’economia globale, un totale di 10 trilioni di USD ed il 15% delle entrate commerciali globali, pari a 5 trilioni di USD.

DZSServizi Correlati: Consulenza Pre-Investimento e di Strategia d’Ingresso di Dezan Shira & Associates

Tra i membri figurano Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Peru, Singapore, e Vietnam. Senza gli Stati Uniti, i guadagni complessivi si sono ridotti ad un terzo, ma l’accordo continua a rivolgersi a circa 500 milioni di persone. Il CPTPP entrerà in vigore a seguito della ratifica da parte di almeno 6 degli 11 membri.

L’accordo, oltre a concentrarsi sulla riduzione delle tariffe commerciali tra gli Stati membri, si focalizza anche sulla riduzione delle misure non tariffarie, allentando e rendendo più trasparenti le normative esistenti insieme alle riforme dei regolamenti sul lavoro e sull’ambiente. L’accordo comprende anche un meccanismo di risoluzione delle controversie investitore-Stato specificatamente chiamato Investor-State Dispute Settlement (ISDS), che consente alle imprese di citare in giudizio i governi in determinate condizioni.

L’impatto economico sui paesi membri

Secondo uno studio del Peterson Institute for International Economics, il PIL della Malesia, Singapore, Brunei e Vietnam raggiungerà quasi il 2% di crescita entro il 2030 grazie al CPTPP. Tuttavia; Nuova Zelanda, Giappone, Canada, Messico, Cile e Australia saranno soggetti ad un aumento del solo 1%o anche meno.

Ritirandosi dal la versione precedente del CPTPP, gli Stati Uniti corrono il rischio di perdere una crescita dello 0,5% del loro PIL, che avrebbe avuto il valore di 131 miliardi di USD. Inoltre, secondo lo studio gia’, gli Stati Uniti possono rimetterci altri 2 miliardi di dollari, in quanto un sempre maggior numero di imprese preferirà negoziare con i paesi membri, al fine di beneficiare delle riduzioni tariffarie, piuttosto che con gli Stati Uniti.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: Vietnam: FDI Strategy for 2018-2023

L’impatto economico sul Vietnam

Secondo un recente studio di World Bank, in merito agli impatti economici del CPTPP sul Vietnam, il PIL del paese potrebbe crescere del 3,5% entro il 2030, supponendo un aumento della produzione.

Importazioni ed Esportazioni

Con il CPTPP, si prevede una crescita delle importazioni e delle esportazioni, rispettivamente del 5,3 e del 4,2 per cento. Nel caso la produttività aumentasse, il guadagno potrebbe essere ancor più elevato, rispettivamente, per le importazioni e per le esportazioni, del 7,6 e del 6,9%.

Tariffe

Le tariffe medie ponderate per il commercio per gli esportatori vietnamiti, con il CPTPP, scenderanno dall’1,7%allo 0,2%.

Misure non tariffarie

Si prevede che le misure non tariffarie diminuiranno del 3,6%in termini di equivalente tariffario ad valorem.

Settori

La crescita della produzione dei settori del F&B, del tabacco, dell’abbigliamento, della pelle e del tessile sarà la più elevata con il CPTPP. Si prevede, inoltre, che anche ad altri sotto-settori manifatturieri e di servizi.

Le esportazioni di F&B e di tabacco, d’abbigliamento e di pelletteria, dei prodotti in pelle, dei prodotti chimici, dei prodotti in plastica, delle attrezzature e dei macchinari per il trasporto dovrebbero aumentare, mentre le importazioni saranno in crescita per circa la totalità dei settori.

Distribuzione del reddito

Il CPTPP può portare ad una riduzione della povertà di 0,6 milioni, alla soglia di povertà di $5,50 al giorno, nel 2030, rispetto alle condizioni iniziali. Tutte le fasce di reddito beneficeranno in una certa misura del CPTPP. Tuttavia; coloro che beneficeranno di guadagni più elevati saranno i lavoratori qualificati.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: Market Entry Modes for Vietnam

Opportunità e Sfide

Opportunità

Con l’aumento dell’accesso al mercato e l’entrata in vigore degli impegni tariffari, settori come quello tessile, calzaturificio, dell’elettronica e dei macchinari d’industria hanno l’opportunità di incrementare le loro esportazioni verso i Paesi membri. Con l’aumento delle esportazioni e l’espansione dei settori, la crescita del reddito generata dalla produzione nazionale continuerà a crescere, portando ad un aumento della domanda complessiva. Tuttavia; con regole rigide in merito alle condizioni di origine, le imprese nazionali e gli investitori dovranno sviluppare attività di sourcing, per beneficiare dell’accordo di libero scambio.

Oltre alle esportazioni, il CPTPP può incrementare anche gli investimenti diretti esteri (IDE) Tuttavia; il Vietnam dovrebbe continuare a concentrarsi sul contesto di investimento e sulla protezione dei diritti di proprietà intellettuale, per creare un ambiente favorevole agli investitori che stanno cercando di accedere a mercati come il Canada, il Messico, il Cile e il Perù.

Non solo il settore nazionale necessita riforme sotto il CPTPP, ma anche le istituzioni governative e i sistemi amministrativi. Le misure non tariffarie del CPTPP si concentrano su riforme di mercato, trasparenza e riforme del lavoro ed il Vietnam ha l’opportunità di apportare modifiche istituzionali per allinearsi ulteriormente con i paesi membri.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: Vietnam’s M&A Market: Opportunities for Foreign Investors

Sfide

Per le imprese nazionali, la principale difficoltà è l’impreparazione nel cogliere i benefici del CPTPP. Se i settori di supporto rimangono deboli e con rigide regole di origine, sarà difficile per le aziende realizzare appieno i vantaggi del CPTPP.

In secondo luogo, il CPTPP non solo offre un maggiore accesso al mercato in Vietnam per le imprese nazionali, ma anche per le merci straniere, il che può aumentare la concorrenza. Analizzando l’accordo, è possibile notare che settori come l’automobilistico e l’agricoltura dovranno affrontare una forte concorrenza da parte dei Paesi membri.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: Vietnam’s Key Regions and Economic Zones

Cose da fare

Il Vietnam dovrebbe concentrarsi su riforme istituzionali complete, che includano sia le istituzioni governative che le riforme amministrative. Apportare tali cambiamenti potrebbe essere dirompente e costoso nel breve termine, ma nel lungo periodo aiuterà le imprese a trarre, nel migliore dei modi, i vantaggi di tali accordi commerciali e, alla fine, l’intera economia ne beneficerà.

Infine, lo sviluppo delle PMI e la riforma delle imprese statali sono di fondamentale importanza per il Vietnam. Rappresentando la maggioranza dell’economia e del mercato del lavoro, le PMI dovrebbero essere sostenute dal governo, se vuole che le PMI si allineino ulteriormente con le catene di fornitura globali. Per quanto riguarda quelle statali , che sono state oggetto di corruzione e mancanza di responsabilità, il governo dovrebbe continuare con le loro dismissioni, in quanto ciò condurrà a investimenti esteri, ad una migliore gestione e ad una maggiore efficienza.

Chi Siamo

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi trend degli investimenti e del business in Asia, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere notizie, commenti, guide e risorse multimediali.

 

Related Reading Icon-CB-ItaApprofondimenti

CB 2015 1 issue cover 90x126 Dezan Shira & Associates Brochure Dezan Shira & Associates è una società di consulenza multidisciplinare che offre assistenza legale, contabile e fiscale a investitori esteri. Operativa in Cina, India, e Paesi ASEAN, Dezan Shira è specializzata nella guida alle società estere all’interno del complesso contesto normativo asiatico e nel fornire loro assistenza per avviare, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. In questa brochure introduttiva presentiamo la nostra società, i servizi disponibili e le nostre considerevoli risorse, che riteniamo ineguagliate in Asia.

DSA_Doing Business in Vietnam 2017_cover_126x90pxAn Introduction to Doing Business in Vietnam 2017
An Introduction to Doing Business in Vietnam 2017 will provide readers with an overview of the fundamentals of investing and conducting business in Vietnam. Compiled by Dezan Shira & Associates, a specialist foreign direct investment practice, this guide explains the basics of company establishment, annual compliance, taxation, human resources, payroll, and social insurance in this dynamic country.

VB_2016_12_en_Managing_Contracts_and_Severance_in_Vietnam_-_Cover (1)

Managing Contracts and Severance in Vietnam
In this issue of Vietnam Briefing, we discuss the prevailing state of labor pools in Vietnam and outline key considerations for those seeking to staff and retain workers in the country. We highlight the increasing demand for skilled labor, provide in depth coverage of existing contract options, and showcase severance liabilities that may arise if workers or employers choose to terminate their contracts.

Firmato il CPTPP: Opportunità per le imprese del Vietnam

Posted on by

By: Dezan Shira & Associates
Editor: Koushan Das

L’8 marzo, undici paesi hanno firmato l’Accordo Globale e Progressivo per la Partnership Transpacifica (CPTPP, Comprehensive and Progressive Agreement for Trans-Pacific Partnership) in Cile. L’accordo rappresenta il 13,5% dell’economia globale, un totale di 10 trilioni di USD ed il 15% delle entrate commerciali globali, pari a 5 trilioni di USD.

DZSServizi Correlati: Consulenza Pre-Investimento e di Strategia d’Ingresso di Dezan Shira & Associates

Tra i membri figurano Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Peru, Singapore, e Vietnam. Senza gli Stati Uniti, i guadagni complessivi si sono ridotti ad un terzo, ma l’accordo continua a rivolgersi a circa 500 milioni di persone. Il CPTPP entrerà in vigore a seguito della ratifica da parte di almeno 6 degli 11 membri.

L’accordo, oltre a concentrarsi sulla riduzione delle tariffe commerciali tra gli Stati membri, si focalizza anche sulla riduzione delle misure non tariffarie, allentando e rendendo più trasparenti le normative esistenti insieme alle riforme dei regolamenti sul lavoro e sull’ambiente. L’accordo comprende anche un meccanismo di risoluzione delle controversie investitore-Stato specificatamente chiamato Investor-State Dispute Settlement (ISDS), che consente alle imprese di citare in giudizio i governi in determinate condizioni.

L’impatto economico sui paesi membri

Secondo uno studio del Peterson Institute for International Economics, il PIL della Malesia, Singapore, Brunei e Vietnam raggiungerà quasi il 2% di crescita entro il 2030 grazie al CPTPP. Tuttavia; Nuova Zelanda, Giappone, Canada, Messico, Cile e Australia saranno soggetti ad un aumento del solo 1%o anche meno.

Ritirandosi dal la versione precedente del CPTPP, gli Stati Uniti corrono il rischio di perdere una crescita dello 0,5% del loro PIL, che avrebbe avuto il valore di 131 miliardi di USD. Inoltre, secondo lo studio gia’, gli Stati Uniti possono rimetterci altri 2 miliardi di dollari, in quanto un sempre maggior numero di imprese preferirà negoziare con i paesi membri, al fine di beneficiare delle riduzioni tariffarie, piuttosto che con gli Stati Uniti.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: Vietnam: FDI Strategy for 2018-2023

L’impatto economico sul Vietnam

Secondo un recente studio di World Bank, in merito agli impatti economici del CPTPP sul Vietnam, il PIL del paese potrebbe crescere del 3,5% entro il 2030, supponendo un aumento della produzione.

Importazioni ed Esportazioni

Con il CPTPP, si prevede una crescita delle importazioni e delle esportazioni, rispettivamente del 5,3 e del 4,2 per cento. Nel caso la produttività aumentasse, il guadagno potrebbe essere ancor più elevato, rispettivamente, per le importazioni e per le esportazioni, del 7,6 e del 6,9%.

Tariffe

Le tariffe medie ponderate per il commercio per gli esportatori vietnamiti, con il CPTPP, scenderanno dall’1,7%allo 0,2%.

Misure non tariffarie

Si prevede che le misure non tariffarie diminuiranno del 3,6%in termini di equivalente tariffario ad valorem.

Settori

La crescita della produzione dei settori del F&B, del tabacco, dell’abbigliamento, della pelle e del tessile sarà la più elevata con il CPTPP. Si prevede, inoltre, che anche ad altri sotto-settori manifatturieri e di servizi.

Le esportazioni di F&B e di tabacco, d’abbigliamento e di pelletteria, dei prodotti in pelle, dei prodotti chimici, dei prodotti in plastica, delle attrezzature e dei macchinari per il trasporto dovrebbero aumentare, mentre le importazioni saranno in crescita per circa la totalità dei settori.

Distribuzione del reddito

Il CPTPP può portare ad una riduzione della povertà di 0,6 milioni, alla soglia di povertà di $5,50 al giorno, nel 2030, rispetto alle condizioni iniziali. Tutte le fasce di reddito beneficeranno in una certa misura del CPTPP. Tuttavia; coloro che beneficeranno di guadagni più elevati saranno i lavoratori qualificati.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: Market Entry Modes for Vietnam

Opportunità e Sfide

Opportunità

Con l’aumento dell’accesso al mercato e l’entrata in vigore degli impegni tariffari, settori come quello tessile, calzaturificio, dell’elettronica e dei macchinari d’industria hanno l’opportunità di incrementare le loro esportazioni verso i Paesi membri. Con l’aumento delle esportazioni e l’espansione dei settori, la crescita del reddito generata dalla produzione nazionale continuerà a crescere, portando ad un aumento della domanda complessiva. Tuttavia; con regole rigide in merito alle condizioni di origine, le imprese nazionali e gli investitori dovranno sviluppare attività di sourcing, per beneficiare dell’accordo di libero scambio.

Oltre alle esportazioni, il CPTPP può incrementare anche gli investimenti diretti esteri (IDE) Tuttavia; il Vietnam dovrebbe continuare a concentrarsi sul contesto di investimento e sulla protezione dei diritti di proprietà intellettuale, per creare un ambiente favorevole agli investitori che stanno cercando di accedere a mercati come il Canada, il Messico, il Cile e il Perù.

Non solo il settore nazionale necessita riforme sotto il CPTPP, ma anche le istituzioni governative e i sistemi amministrativi. Le misure non tariffarie del CPTPP si concentrano su riforme di mercato, trasparenza e riforme del lavoro ed il Vietnam ha l’opportunità di apportare modifiche istituzionali per allinearsi ulteriormente con i paesi membri.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: Vietnam’s M&A Market: Opportunities for Foreign Investors

Sfide

Per le imprese nazionali, la principale difficoltà è l’impreparazione nel cogliere i benefici del CPTPP. Se i settori di supporto rimangono deboli e con rigide regole di origine, sarà difficile per le aziende realizzare appieno i vantaggi del CPTPP.

In secondo luogo, il CPTPP non solo offre un maggiore accesso al mercato in Vietnam per le imprese nazionali, ma anche per le merci straniere, il che può aumentare la concorrenza. Analizzando l’accordo, è possibile notare che settori come l’automobilistico e l’agricoltura dovranno affrontare una forte concorrenza da parte dei Paesi membri.

Related-Reading-Icon-Asean Link Per saperne di più: Vietnam’s Key Regions and Economic Zones

Cose da fare

Il Vietnam dovrebbe concentrarsi su riforme istituzionali complete, che includano sia le istituzioni governative che le riforme amministrative. Apportare tali cambiamenti potrebbe essere dirompente e costoso nel breve termine, ma nel lungo periodo aiuterà le imprese a trarre, nel migliore dei modi, i vantaggi di tali accordi commerciali e, alla fine, l’intera economia ne beneficerà.

Infine, lo sviluppo delle PMI e la riforma delle imprese statali sono di fondamentale importanza per il Vietnam. Rappresentando la maggioranza dell’economia e del mercato del lavoro, le PMI dovrebbero essere sostenute dal governo, se vuole che le PMI si allineino ulteriormente con le catene di fornitura globali. Per quanto riguarda quelle statali , che sono state oggetto di corruzione e mancanza di responsabilità, il governo dovrebbe continuare con le loro dismissioni, in quanto ciò condurrà a investimenti esteri, ad una migliore gestione e ad una maggiore efficienza.

Chi Siamo

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi trend degli investimenti e del business in Asia, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere notizie, commenti, guide e risorse multimediali.

 

Related Reading Icon-CB-ItaApprofondimenti

CB 2015 1 issue cover 90x126 Dezan Shira & Associates Brochure Dezan Shira & Associates è una società di consulenza multidisciplinare che offre assistenza legale, contabile e fiscale a investitori esteri. Operativa in Cina, India, e Paesi ASEAN, Dezan Shira è specializzata nella guida alle società estere all’interno del complesso contesto normativo asiatico e nel fornire loro assistenza per avviare, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. In questa brochure introduttiva presentiamo la nostra società, i servizi disponibili e le nostre considerevoli risorse, che riteniamo ineguagliate in Asia.

DSA_Doing Business in Vietnam 2017_cover_126x90pxAn Introduction to Doing Business in Vietnam 2017
An Introduction to Doing Business in Vietnam 2017 will provide readers with an overview of the fundamentals of investing and conducting business in Vietnam. Compiled by Dezan Shira & Associates, a specialist foreign direct investment practice, this guide explains the basics of company establishment, annual compliance, taxation, human resources, payroll, and social insurance in this dynamic country.

VB_2016_12_en_Managing_Contracts_and_Severance_in_Vietnam_-_Cover (1)

Managing Contracts and Severance in Vietnam
In this issue of Vietnam Briefing, we discuss the prevailing state of labor pools in Vietnam and outline key considerations for those seeking to staff and retain workers in the country. We highlight the increasing demand for skilled labor, provide in depth coverage of existing contract options, and showcase severance liabilities that may arise if workers or employers choose to terminate their contracts.

Retribuzioni e libri paga in Vietnam

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & AssociatesVB- La normativa del lavoro in Vietnam

Dopo aver costituito una società in Vietnam, il passo successivo consiste nell’assunzione dei propri dipendenti. Il processo iniziale di assunzione e, in seguito, la gestione delle retribuzioni possono creare numerosi grattacapi. I settori ad alto impiego di manodopera, come quello manifatturiero, sono senza dubbio destinati ad affrontare un certo numero sfide ma, in generale, tutte le società stabilite in Vietnam devono prestare attenzione.

Per affrontare le sfide, le società devono innanzitutto essere consapevoli degli obblighi imposti dalle norme vietnamite. Qui di seguito verranno presentati i principali obblighi relativi alle retribuzioni di cui i datori di lavoro devono tener conto:

• Salari minimi;
• Straordinario;
• Ritenute sulle imposte sul reddito;
• Ritenute sull’assicurazione sociale.

Salari minimi

Attualmente in Vietnam ci sono due tipi di salario minimo.

Salario minimo comune

Il salario minimo “comune” è utilizzato per calcolare i salari dei dipendenti nelle organizzazioni e nelle società di proprietà dello Stato e, dal punto di vista della compliance, per i contributi per l’assicurazione sociale (il contributo massimo per l’assicurazione sociale è di venti volte il salario minimo comune). Da luglio 2017, il salario minimo comune è di VND 1.300.000 (pari a USD 57). Da luglio 2018 il salario comune minimo sarà di VND 1.390.000 al mese (equivalente a USD 60.95).

Salari minimi nel settore privato

Il secondo tipo di salario minimo è quello relativo ai dipendenti in tutte le società non possedute dallo Stato ed è calcolato a seconda dell’area geografica, in linea con le disposizioni governative.
Da gennaio 2017 i salari minimi oscillano tra i VND 2.58 milioni (pari a USD 113) e i VND 3.75 milioni (pari a USD 165). Diversamente da quanto avviene con il salario minimo “comune”, il salario minimo nel settore privato dipende dal luogo in cui il dipendente viene assunto. Attualmente, il Vietnam è diviso secondo un sistema regionale a quattro livelli per rispondere alle esigenze socioeconomiche all’interno del Paese.

Professional Service_CB icons_2015Servizi correlati: Gestione libri paga e servizi di gestione del personale

Lavoro straordinario

I datori di lavoro sono tenuti ad integrare il salario dei dipendenti per il lavoro straordinario effettuato nell’arco del mese lavorativo. Bisogna sottolineare che lo straordinario può avere significativi impatti sulle ritenute sull’assistenza sociale così come quelle sul reddito. Le società che comprendono quando e a quale costo lo straordinario viene applicato, saranno capaci di pianificare in maniera efficace e assicurare che i contributi del reddito e dell’assicurazione sociale vengano calcolati correttamente.

La normale settimana lavorativa in Vietnam è limitata a non oltre otto ore lavorative in un giorno e non oltre 48 ore alla settimana. Tutte le ore di lavoro che superano questi limiti devono essere pagate secondo i termini fissati nel contratto di lavoro dei dipendenti.

Compenso per le ore di lavoro straordinario

Il calcolo dell’ammontare della retribuzione per il lavoro straordinario viene effettuato su base percentuale a partire dal salario corrente del dipendente, a seconda che le ore di straordinario cadano durante ore regolari lavorative (150 percento), weekend (200 percento) o ferie pagate (300 percento). Un tetto per le ore totali lavorative, inclusivo dello straordinario, è fissato a non oltre 12 ore giornaliere, mentre lo straordinario è limitato a 30 ore mensili e 200 ore annuali.

Ritenute sulle imposte sul reddito

In Vietnam, la dichiarazione e il pagamento della Personal Income Tax (PIT, equivalente alla nostra IRPEF) sono effettuati mediante trattenute. Le norme in materia sanciscono che i datori di lavoro sono tenuti a trattenere l’imposta sul reddito dai salari dei dipendenti.

Ritenute mensili

I datori di lavoro sono tenuti a trattenere le imposte sui redditi dei dipendenti stranieri e vietnamiti, oltre a garantire la tempestiva presentazione delle dichiarazioni fiscali dei dipendenti. I datori di lavoro devono trattenere la percentuale richiesta della PIT dei propri dipendenti e depositare l’importo mensile presso l’erario entro il ventesimo giorno del mese successivo.

Dichiarazione annuale

I datori di lavoro devono completare le dichiarazioni dell’imposta sul reddito a nome dei propri dipendenti alla fine dell’anno fiscale, a condizione che il dipendente percepisca solo un reddito dal datore di lavoro e autorizzi il proprio datore di lavoro a effettuare tale finalizzazione fiscale a suo nome. Le società devono presentare una finalizzazione fiscale annuale sul reddito imponibile dei dipendenti entro e non oltre 90 giorni dall’ultimo giorno dell’anno fiscale. Ogni dipendente è tenuto a ottenere un numero fiscale individuale (tax code) e a dichiarare la presenza di persone a carico che consentono sgravi fiscali. Inoltre, i dipendenti devono completare la propria dichiarazione dei redditi laddove la responsabilità fiscale sia maggiore o minore della somma delle imposte pagate durante l’anno. I dipendenti hanno facoltà di autorizzare la società a completare questa procedura a nome loro.

Related Link Icon-VBPer saperne di più: Una guida alla stesura dei contratti di assunzione in prova

Assicurazione sociale

Ci sono tre tipi di sistema previdenziale obbligatorio in Vietnam che devono essere rispettati dalle società straniere che assumono personale:
• Assicurazione sociale;
• Assicurazione sanitaria; e
• Assicurazione contro la disoccupazione.

Contributi minimi obbligatori

Sono richiesti i contributi minimi obbligatori sia del datore di lavoro sia del dipendente. Tutte le società locali e straniere che operano in Vietnam sono tenute a pagare queste assicurazioni sociali per tutti i dipendenti sotto contratto a tempo determinato di oltre tre mesi o contratti di lavoro a tempo indeterminato. Il contributo previdenziale minimo è del 21,5 percento.

I contributi sono determinati in base al salario mensile dei dipendenti. I datori di lavoro registrano e pagano i contributi mensili per conto dei loro dipendenti presso il Dipartimento del Lavoro, degli Invalidi e degli Affari Sociali.

Limiti di contribuzione delle assicurazioni sociali

L’importo da pagare dipenderà dalla retribuzione del dipendente, il limite salariale per il calcolo del contributo è pari a 20 volte il salario minimo comune per l’assicurazione sociale e sanitaria – VND 26.000.000 (USD 1.140) – e 20 volte il salario minimo dell’assicurazione contro la disoccupazione – VND 51.600.000 (USD 2.269) a VND 75.000.000 (USD 3298) a seconda della regione.

A partire dal 1 luglio 2018, il tetto salariale per i contributi per l’assicurazione sociale e sanitaria aumenterà a VND 27.800.000 al mese (pari a USD 1.220 al mese). Dal 1 gennaio 2018, il minimo salariale regionale per i contributi contro la disocupazione varia da VND 55.200.000 a VND 79.600.000 al mese a seconda di ciascuna regione (circa USD 2.430-USD 3.500 al mese).

Personale nazionale vs straniero

Le assicurazioni sociali e di disoccupazione sono solo per il personale vietnamita. L’assicurazione sanitaria, d’altra parte, si applica sia al personale vietnamita che a quello straniero assunto in conformità con il Codice del lavoro del Vietnam.

Chi Siamo

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi trend degli investimenti e del business in Asia, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere notizie, commenti, guide e risorse multimediali.

 

Related Reading Icon-ASEAN-Ita

VB_2015_Navigating_the_Vietnam_Supply_Chain_Image

Import & Export in Vietnam: settori chiave e accordi di libero scambio
In questo numero di Vietnam Briefing, discutiamo dei vantaggi del mercato di questo Paese rispetto ad altri nella regione ed evidenziamo dove e come realizzare investimenti di successo. Esaminiamo i programmi di riduzione tariffaria previsti dal NAFTA e dal la TPP, avanziamo considerazioni per quanto riguarda le norme sull’origine e mostriamo i vantaggi ad investire nelle zone economiche del Vietnam. Infine, forniamo un’opinione esperta sulla costituzione di società a capitale interamente straniero in Vietnam.

VB_2015_Navigating_the_Vietnam_Supply_Chain_Image

Come sfruttare la Supply Chain del Vietnam In questo numero di Vietnam Briefing, discutiamo dei vantaggi del mercato di questo Paese rispetto ad altri nella regione ed evidenziamo dove e come realizzare investimenti di successo. Esaminiamo i programmi di riduzione tariffaria previsti dal NAFTA e dal la TPP, avanziamo considerazioni per quanto riguarda le norme sull’origine e mostriamo i vantaggi ad investire nelle zone economiche del Vietnam. Infine, forniamo un’opinione esperta sulla costituzione di società a capitale interamente straniero in Vietnam.

CB 2015 1 issue cover 90x126

Rimpatriare gli utili dal Vietnam 
La rimessa degli utili dal Vietnam può rivelarsi un processo complesso e laborioso anche per gli investitori più esperti. In questo numero di Vietnam Briefing, presentiamo i regolamenti esistenti in materia di trasferimenti degli utili e forniamo una guida su come rispettare le relative norme. Inoltre, introduciamo gli organi governativi competenti e forniamo consigli esperti sulla gestione delle perdite.

Vietnam: cresce il settore del Food&Beverage

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

VB- Food & Beverage in Vietnam

Il settore del Food&Beverage in Vietnam ha registrato una forte crescita negli ultimi dieci anni, sia per i brand internazionali sia per quelli locali. Infatti, i numerosi brand stranieri che hanno investito nel mercato vietnamita sono in costante aumento, attratti dalla rapida urbanizzazione, dall’incremento del potere di acquisto e dalla crescita della classe media. Inoltre, i prezzi più economici dello street food e dei marchi locali che propongono i piatti della cucina tradizionale vietnamita hanno contribuito all’ascesa di questi ultimi rispetto alle catene internazionali di fast food, le quali hanno registrato dei risultati inferiori negli ultimi due o tre anni, rallentando i loro piani di espansione. Solo i primi ad entrare nel mercato vietnamita, come Jollibee, Lotteria e KFC, procedono ancora bene, al contrario delle new entries McDonald, Burger King e Subway.

Continue reading…

Fatturazione elettronica: le novità per il 2018

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

VB- Fatturazione in Vietnam Una bozza di decreto, pubblicata dal Ministero delle Finanze vietnamita, indica la sostituzione delle fatture in formato cartaceo con le fatture elettroniche a partire dall’inizio del 2018. La bozza, se entrerà in vigore, andrà a sostituire il Decreto n. 51/2010/ND-CP e il Decreto n. 04/2014/ND-CP, entrambi in materia di fatturazione. Ad ogni modo, le fatture già stampate resteranno valide fino al 2018.

Continue reading…

Elementi essenziali del contratto di lavoro in Vietnam

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

Vietnam’s New Solar Power Policy

Il Sud-est asiatico continua ad attrarre investitori stranieri alla ricerca di una forza lavoro sempre più qualificata, numerosa, eppure ancora economica. Tuttavia, in seguito a casi di pratiche lavorative irregolari combinati a una giurisprudenza intricata, viene fortemente consigliato agli investitori stranieri di operare con cautela e gettare le basi di una solida gestione delle risorse umane, in modo da evitare di infrangere le leggi locali in materia di lavoro o di innescare costose dispute legali. Pilastro fondamentale per una buona gestione è rappresentato dalla creazione di un contratto di lavoro solido e ben stipulato.

Continue reading…

Strategie d’ingresso nel mercato vietnamita

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

Negli ultimi anni il Vietnam ha fatto registrare un aumento significativo nel numero di investimenti stranieri. Questa crescita ebbe inizio nel 1980 grazie alla riforma Doi Moi e crebbe ulteriormente nel 2007 in occasione dell’entrata del paese nell’ Organizzazione Mondiale del Commercio (World Trade Organization, WTO), mossa che contribuì a ridurre le barriere commerciali per gli investitori stranieri. Gli investitori godono ora di un discreto numero di strategie di ingresso nel mercato vietnamita. Tali opzioni sono illustrate nel testo della Law on Enterprise and Investments entrata in vigore in Vietnam nel 2015. Riportiamo in questa guida le strategie di ingresso più utilizzate dagli investitori stranieri, unitamente ai requisiti, alle tempistiche e alle strutture migliori in base all’investimento desiderato.

Continue reading…

Una guida alla stesura dei contratti di assunzione in prova

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

Vietnam’s New Solar Power Policy

Assumere la giusta tipologia di dipendenti può risultare complicato in qualsiasi mercato ed il Vietnam non fa eccezione. Per fortuna in Vietnam, prima di vincolarsi con contratto a tempo indeterminato, si può ricorrere ad un periodo di prova, per permettere al dipendente ed al datore di lavoro di valutare il proprio rapporto. Grazie ad una  normativa semplificata, salari inferiori e un minor numero di restrizioni inerenti il licenziamento del lavoratore in prova, i contratti che disciplinano i periodi di prova costituiscono un’opzione di inestimabile valore per gli investitori stranieri che vogliano tenere sotto stretto controllo le operazioni e diminuire l’avvicendamento dei dipendenti.

Continue reading…

La rete dei fornitori terzi di logistica in Vietnam: come ricorrervi per aumentare le vendite

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

VB-3PL Networks in Vietnam- How to Engage Partners to Boost Sales-01
Il Vietnam è area di interesse per le società che operano nel settore dei beni di largo consumo. Una fiorente classe media, cambiamenti nelle abitudini di spesa e una popolazione che supera i 90 milioni di abitanti sono i fattori determinanti che spingono gli investitori a creare Brand Identity e stabilire canali di vendita attraverso l’intera regione ASEAN. Dal momento che i fondamentali dell’economia vietnamita si stanno consolidando, le società estere in grado di sviluppare e mettere in pratica strategie di ingresso efficaci saranno le meglio posizionate per garantirsi fette di mercato consistenti negli anni a venire.

Continue reading…

Entra in vigore la revisione della Previdenza Sociale in Vietnam

Posted on by

VB-Social insurance in Vietnam banner-01

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

Gli assetti della previdenza sociale in Vietnam stanno subendo una serie di cambiamenti che influenzeranno sia le aliquote di contribuzione richiesti alle società sia la tipologia di contratti che causano responsabilità. A seguito di una riduzione delle aliquote di contribuzione in vigore da giugno 2017 e dell’introduzione di una più ampia responsabiltà per i contribuenti a partire dall’inizio del 2018, società estere e vietnamite dovranno, in egual misura e in breve tempo, verificare la propria conformità alle nuove regole.

Continue reading…

Dezan Shira & Associates

Meet the firm behind our content. Dezan Shira & Associates have been servicing foreign investors in China, India and the ASEAN region since 1992. Click here to visit their professional services website and discover how they can help your business succeed in Asia.

News via PR Newswire

Never Miss an Update

Subscribe to gain even better insights into doing business in Vietnam. Subscribing also lets you to take full advantage of all our website features including customizable searches, favorite, wish list and gift functions and access to otherwise restricted content.

Scroll to top